Sport in menopausa: attività consigliate

Per chi vuole fare di più e ha a disposizione il tempo sufficiente, il passo successivo è quello di dedicarsi ad un’attività sportiva: anche se si ha alle spalle una carriera da… sedentarie, si può cominciare a qualunque età. L’importante è farlo con gradualità, magari chiedendo consiglio a un fisioterapista per valutare la nostra forma fisica e le modalità per non strafare.

Lo sport è un grande alleato della longevità in salute: scarica lo stress, ottimizza il metabolismo e l’utilizzo dell’insulina, migliora il ritmo del sonno, ripulisce le pareti dei vasi sanguigni dal colesterolo, modula i neurotrasmettitori del benessere (dopamina, serotonina, endorfine), riduce gli stati infiammatori dell’organismo (che aprono la porta alle malattie croniche e degenerative, tumori compresi).

Come scegliere lo sport migliore? Il primo criterio è sicuramente trovare un’attività che ci piaccia molto, che ci dia soddisfazione fisica ed emotiva nel farla, che ci entusiasmi e sia variata. Altrimenti il rischio di smettere subito è altissimo.

Per il benessere del cuore e dei vasi sanguigni sono indicate soprattutto le attività aerobiche, cioè quelle che richiedono l’utilizzo di ossigeno per la contrazione muscolare e non si basano su intensi sforzi muscolari, ma sulla durata: migliorano l’attività cardiaca e polmonare e bruciano maggior quantità di calorie, aiutando a mantenere il peso-forma.

Golf, bocce, tennis, andare in bicicletta e sciare sono attività utili. Il nuoto fa bene alle articolazioni e alla circolazione, ma è meno utile per prevenire e contrastare l’osteoporosi perché, a causa della spinta dell’acqua che riduce l’impatto dei movimenti, non causa una importante trazione muscolare sulle ossa.

Un’attività sportiva molto indicata per l’età lo strength training, cioè il potenziamento dei muscoli e della loro forza e resistenza attraverso esercizi con i pesi, fortificando contemporaneamente anche le ossa. Bastano un paio di manubri anche molto leggeri, con cui fare esercizi che coinvolgono braccia e spalle, la schiena, i fianchi… tutte le aree più a rischio di indebolimento progressivo e flaccidità.

Quanto sport?

Il ritmo giusto per praticare sport è quello che ci fa stare bene con noi stesse, e quindi ogni donna deve trovare il suo. In generale, si consiglia un esercizio di tipo aerobico della durata compresa tra 20 e 60 minuti, da tre a cinque volte la settimana.

Se si lavora con i pesi, basta fare poche ripetizioni ogni giorno, facendo attenzione a non lavorare sempre con gli stessi gruppi di muscoli. Aumentando gradualmente il numero delle ripetizioni si può raggiungere un ottimo stato di forma!