Insonnia e irritabilità in menopausa

Irritabilità e insonnia in menopausa (irritabilità e insonnia)

Sonno, stanchezza, irritabilità e problemi che conseguono da notti in bianco e nervi a fior di pelle: sono alcune delle “gioie” della menopausa. Ma se non si riposa bene, se non si dorme abbastanza, poi è anche inevitabile essere inavvicinabili e stanche durante il giorno. La colpa, insomma, non è per forza dei “capricci” degli ormoni: se ci si sveglia di notte per andare in bagno o dopo una sudata, non riuscire a riaddormentarsi subito può anche essere una coincidenza, più che insonnia vera e propria.

Però è vero che spesso ci sono disagi psicologici che è bene non sottovalutare:

  • Depressione
  • Ansia
  • Attacchi di panico
  • Difficoltà di concentrazione
  • Calo del desiderio sessuale

La carenza di estrogeni dopo la menopausa accelera l’invecchiamento cerebrale e la vulnerabilità psichica: le funzioni che regolano il generale senso di benessere tendono a impoverirsi con il tempo. Anche gli ormoni maschili, che si riducono con l’età, contribuiscono al senso di benessere psico-fisico.

Tre aree sono particolarmente vulnerabili:

  • Funzioni cognitive: con difficoltà a concentrarsi, deficit di memoria, mancanza di energia e di iniziativa, comparsa di idee fisse.
  • Funzioni affettive: con ansia, depressione, tensione, irritabilità, panico
  • Funzioni neurovegetative: con fame nervosa, insonnia, modificazioni del desiderio e del piacere sessuale.

Per contrastare questi disagi, consulta la sezione Salute e parlane con il tuo medico di fiducia. Se necessario, puoi anche intraprendere un percorso terapeutico con uno psicologo.

eureka

Un modo efficace per fronteggiare l’ansia, la depressione e quel senso di “nessuno mi vuole più” è occuparsi degli altri. Può bastare anche un’ora del tuo tempo ogni due settimane per collaborare con associazioni di volontariato e renderti utile con chi ti sta più a cuore: aiutare gli animali di un canile, raccontare favole ai bambini negli ospedali pediatrici, assistere i malati, un anziano o una famiglia bisognosa, unirti a un coro che fa spettacoli di beneficenza… Mettiti alla prova!