Problemi della pelle e dolori articolari in menopausa

Ti guardi nello specchio e la tua pelle ti sembra sempre più sciupata. In effetti, sempre per la solita carenza di estrogeni, nei primi cinque anni che seguono la menopausa il collagene si riduce di circa il 30% creando problematiche in vari organi e apparati.

Il derma, lo strato della cute posto sotto l’epidermide, dispone di meno collagene e perde di elasticità: ecco perché la pelle in menopausa tende a diventare secca e sottile. La perdita di collagene favorisce anche le rughe, già dovute all’avanzare dell’età.

Alla scarsità di collagene potrebbero essere ricondotti anche i dolori ossei e articolari che compaiono dopo la menopausa, e certamente le alterazioni dei tessuti genitali.

Il collagene e lo spessore cutaneo si riducono con l’invecchiamento, ma in menopausa la perdita è accentuata, soprattutto i primi anni: ben il 30% del collagene della pelle se ne va nei primi cinque anni dopo la fine della mestruazione, causando una serie di sintomi, anche dolorosi.

Effetti della riduzione del collagene

Alcuni fra i principali effetti di questo processo sono:

  • Dolori delle articolazioni e tessuti che le circondano (artralgie)
  • Gengive che si ritirano
  • Riduzione dell’osso alveolare che costituisce l’apparato d’impianto dei denti
  • Perdita elasticità della cute
  • Secchezza del cavo orale
  • Occhi secchi e arrossati (sensazione di “occhio secco”)
  • Bruciore, secchezza, arrossamento vaginale e vulvare.

eureka

Con l’esercizio fisico puoi contrastare le conseguenze della perdita del collagene: stretching, yoga e pilates sono un toccasana per muscoli e articolazioni. Per il viso, divertiti davanti allo specchio con le buffe espressioni della ginnastica facciale! Bastano dieci minuti di esercizi al giorno per combattere le rughe e tonificare i muscoli del viso.